Gorg d’Abiss

Breve racconto di una breve gita.
Dopo aver trascorso una mattina di commissioni e soprattutto di spesa, uno dei miei momenti preferiti della settimana in cui mi sbizzarisco nell’acquisto di frutta e verdura bio, ho deciso di andare a conoscere il Gorg d’Abiss in Valle di Ledro. Sapevo che si trattava di un percorso di una decina di minuti circa ma mi incuriosiva questo micro canyon con cascata annessa. E soprattutto l’idea di rinfrescarmi un po’ considerato il super caldo di questi giorni. Dopo giorni intensi di cammino un pomeriggio di relax me lo meritavo proprio…

C’è un punto esatto sul sentiero, in cui il clima cambia; si passa dall’afa al fresco quasi ci fosse un confine netto. In più la vegetazione è di un verde brillante, ricorda moltissimo la natura delle zone pluviali tropicali.
Anche questo è Trentino, così diverso dalle Dolomiti.

Merita la visita alla piccola chiesetta dedicata a San Giorgio che domina la valle. Purtroppo era chiusa e buia ma sul davanzale di una finestrella c’è un interruttore per accendere la luce. Si può vedere l’interno e i numerosi dipinti dedicati all’uccisore del drago.

Si, questo breve ma simpatico giro mi ha regalato un po’ di pelle d’oca che in questo fine giugno decisamente estivo sicuramente non guasta. Magari poter incamerare questa frescura e potermici rifugiare nei momenti in cui è praticamente acceso il forno a 1000 gradi.

Prima delle immancabili immagini del percorso, un breve video per “provare” questo respiro d’aria fresca!