A casa di Snowbetta

Dopo un anno decisamente stressante e non propriamente slow, finalmente sono a casa. Dormo quasi sempre e nei momenti in cui non lo faccio, leggo. Effettivamente ho cucinato poco rispetto a quello che pensavo. Ho una lista di cose da fare, tipo far nascere un po’ di lievito madre, la confettura di mele cotogne e qualche buona ricetta con le castagne ma sono entrata in quel morbido e caldissimo loop che mi fa migrare dal divano al letto e viceversa. Ho davvero letto moltissimo, gli ultimi (e penultimi) libri di Carlo Petrini, vista l’onda del Salone che ancora mi pervade e ora sto leggendo “Pane e Bugie” di Dario Bressanini che mi solletica i neuroni. Sono elettrizzata per tutte queste informazioni che ricevo riguardo alle tre A che Adoro…(Agricoltura, Alimentazione, Ambiente). Si, lo so sono monotematica e probabilmente noiosa. Non so che farci, questo è il mio mondo dolce e salato, un po’ sugoso, croccante e a volte soffice, fragrante e piccante, ricco di aromi e sensazioni uniche…Ma quello che veramente sto cercando di fare è imparare, riconoscere, capire. Imparare perché c’è davvero moltissimo che non so di questo mondo e ogni volta che ne incontro l’occasione, parlando con produttori, allevatori e contadini, leggendo documenti approfonditi e gustando di persona, mi riempie di gioia. Riconoscere le bufale (che non ne abbiano a male gli animali) dalle cose vere, non confondermi e non perdermi tra le mille bugie che navigano nell’etere e sulla terra ferma. Capire veramente chi ho di fronte, chi non intorta con parole difficili e sofisticate, ma con semplicità racconta la verità. Ed è questo che tenterò di fare d’ora in avanti. Cercare di migliorare me stessa ogni giorno che passa. Ho già un ottimo proposito per il 2015!