Batteri positivi e batteri negativi…

Dal libro ‘Pasta Madre’ di Riccardo Astolfi la ricetta “Pagnotte rustiche alle noci” Pan e nus, magner da spus! 

150 g di pasta madre rinfrescata – 500 g di farina di farro bianca – 250 ml d’acqua – 100 g di noci sgusciate – 2 cucchiaini di sale

ore 11.09.  Sono a casa da ieri. Con l’influenza. No, non quella con febbre alta, i bronchi infiammati, la testa scoppiettante e le ossa doloranti….nemmeno quella con un mega raffreddore che usi tantissimi fazzoletti da consumare una riserva di alberi in Colorado. Io ovviamente dovevo avere quella che non mi permette di toccare cibo. Due giorni a letto con i crampi allo stomaco rendono l’idea? Un moroso che per cena si prepara pasta con un sugo con molta cipolla oppure crauti? Ma oggi finalmente vedo la luce in fondo al tunnel….Sono riuscita a sistemare lungo le pareti gastriche ben 3 biscotti secchi stamattina e per pranzo proverò a ingurgitare  un carciofo lesso. Con l’immancabile abbinamento di tisana depurativa. “Mhmmm, che gola!” direte voi. Ma sono consapevole di aver raggiunto il primo livello verso la guarigione. Appena annuso qualcosa di più sofisticato il mio ventre inizia a parlare con voce propria. Ok, ok. Ho deciso di pensare ad altro. Il sole è alto nel cielo, Chili Paprika e Taco sono fuori per il consueto giro di ricognizione gattesca…che potrei fare…leggere? Può essere un’idea. Ci sono almeno una quindicina di libri nuovi (per me) da leggere come ad esempio

20150212_155016

Più tardi. Preferirei fare altro, tipo impastare qualcosa. Preparare la pizza, il lievito madre, qualche panetto al farro e alle noci….ma si dai. Facciamoli.

Ore 14.00. Sento dalla piazza del paese che i festeggiamenti carnevaleschi sono iniziati e chissà quali leccornie hanno preparato tutte quelle mamme per i loro bimbi mascherati… beati! Penso a dolci krapfen ripieni di confettura di albicocche, grostoli leggeri e innevati di zucchero a velo e le tante altre ricette fritte della nostra tradizione….Sono comunque orgogliosa di me: due su tre delle cose che volevo fare sono sotto un canovaccio umido.

Ore 15.54. E’ ora di svelare il mio segreto, alziamo il canovaccio e… impasto per la pizza sia!

20150212_143335

Ma ho preparato anche un po’ di lievito madre con questi elementi….

20150212_142518Vedremo se sopravvive…48 ore e scopriremo se c’è vita tra quei tre ingredienti (farina, miele di melo e acqua).  Vi saprò dire. Intanto posso concentrarmi sulla pizza.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...