Low battery.

Vabbè dai, ci sta.

Mi chiamo Snowbetta per qualcosa e tra l’altro oggi è finito il mese estivo peggiore. Questo luglio è durato tipo 4 mesi…. 31 giorni effettivi, percepiti 124.
Domani quindi è il primo agosto e finalmente posso dire che manca poco all’autunno….e ripeterò come un mantra “agosto-rinfresca-il-bosco”, “agosto-rinfresca-il-bosco”, “agosto-rinfresca-il-bosco”… e continuerò. Certo che continuerò; nonostante le pietre virtuali che mi getteranno addosso gli odiosissimi amanti del caldo, dell’afa, dell’umidità, delle zanzare.
Perché c’è chi dice quelle frasi pazzesche del tipo “che bello, starei ore sotto il sole a mille gradi perché mi piace da morire bruciare” E allora brucia.

Boh, io non li capirò mai. Che poi, basterebbe ci fossero appena 15 gradi di meno per star bene… così saremmo tutti più svegli, meno lamentosi, meno pigri, andremmo tutti in bici e sentiremmo quell’aria frizzantina sulla pelle invece di uno scaldabagno perenne che ci rende solo irritanti e nervosi. E soprattutto non accenderemmo l’aria condizionata che ci fa venire le placche in gola. E la febbre a 40.
Ma che bello è prendere un sacco di antibiotici, soffrire sotto un piumone che ti fa solo sudare 8000 camicie e hai la testa che scoppia e fuori c’è un’aria infuocata?

Dicembre tutto l’anno!!!!
O meglio, gennaio che forse nevica. Anche se salto Natale? Mhmmm ….allora …. si potrebbe spostare Natale a gennaio. Si, così potrei mangiare biscottini di panpepato, aver rimosso l’ennesimo Capodanno e veder scendere la neve.

Metto ai voti: 25 gennaio, il nuovo Natale e Santo Stefano il 26.

Si ma non ho risolto niente. Domani è comunque il primo agosto e Lucifero è alle porte. E io non lo voglio a casa mia, non l’ho invitato. Sarò di un zidioso (= nevroticamente infastidita, dialetto trentino) e cattiva come una mosca.  Statemi lontani, non cercatemi, non parlatemi, non sorridetemi nemmeno.
Ne riparliamo alla prima vera pioggia.

Winter is coming e Totoro di neve a tutti.