La primavera che non c’è…

Eh si…non si può proprio dire sia mai arrivata veramente quest’anno…anche in questo preciso momento sta soffiando un vento gelido che ci porta il ricordo della neve scesa due giorni fa sulle Dolomiti. Sta sbucando un timido raggio di sole da dietro le nuvole ma di calore neanche l’ombra. La pioggia è scesa per giorni intervallata da qualche ora di tregua…ma sembrava fosse l’ira del cielo, la rabbia espressa in acqua..il mio pensiero va ai tanti pastori che stanno rientrando con le greggi verso l’alpeggio, alla ricerca di erba verde e sole per le proprie pecore..ma non sarà un rientro lieto bensì difficile e molto impegnativo, anche perchè l’umore nero e umido non è d’aiuto. Amo l’inverno e le stagioni più fredde con forte intensità ma anch’io oggi sono tra quelli che si domandano se vedremo mai un fine settimana di primavera. La terra è impregnata d’acqua, i fiori fanno fatica a rimanere belli e forti e il vento è davvero ostile. Sarà questo uno dei motivi che mi rende irritabile, nervosa e un po’ triste?