“Tutto il tempo che occorre.”

A volte nella vita si ha fretta, fretta di raggiungere velocemente un obiettivo e così si perde la concentrazione non solo sul risultato stesso ma anche sul tempo che passa. E quindi oggi, in questa domenica di pioggia (in valle per fortuna, perché in quota finalmente nevica…) mentre ascolto ottima musica cuffiata nel mio soggiorno, seduta sul divano, ripenso ad una frase scritta dalla mia amica, raccoglitrice nomade e custode della montagna. Non so come riesca a indovinare sempre il momento in cui ho bisogno di un suo pensiero, ma ogni volta mi sorprende.

Sarà che l’inverno fino adesso non si è visto, saranno i miei equilibri un po’ in frenetico movimento (per dirla con un eufemismo), ma questo senso irrequieto da calma prima della tempesta, non mi molla un istante.
Ad essere sincera sono pochi i ricordi in cui sono stata davvero tranquilla nella mia vita, ormai riconosco questa sensazione. Mi succede quando la voglia di fare prende il sopravvento, quando non riesco a star ferma un attimo e penso alla lista dei miei desideri che siano di lavoro, viaggio, montagna, studio o altro ed invece di metterli in ordine di priorità faccio un calderone e ho fretta, voglia di avere tutto subito. Provo a scrivere proprio per cercare di cancellare la confusione e rimettere al centro ME e quindi stilare una sorta di elenco in cui i primi posti diventino gli unici pensieri a cui riferirmi. Di sicuro all’inizio di questa classifica c’è lo studio. Devo assolutamente tornare a concentrarmi.

Aggiungo che si avvicina il periodo di Quaresima, quello in cui ogni anno cerco di depurarmi fisicamente. Infatti martedì prossimo sarà l’ultimo di carnevale quindi con mercoledì si inizierà di nuovo come ogni anno il periodo fino a Pasqua in cui elimino alcuni ingredienti dalla mia alimentazione abituale:

lieviti
alcolici
dolci
latticini e insaccati

45 giorni di disintossicazione affiancati ovviamente da maggior attività e movimento. Le mie NB con i lacci rosa sono pronte, si tratta solo di indossarle e andare fuori di casa. Alternandole con i miei scarponi, perché gli alpeggi mi aspettano e la voglia di tornare in montagna è davvero moltissima.
Ma ce la farò a far tutto, tutto il tempo che occorre. Promesso!

 

One thought on ““Tutto il tempo che occorre.”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...