Day 12. Prima parte. Un Paese green

Adoro questo posto.

Mi piaceva già per il “no-smoking, obiettivo 2025” (vedi fine articolo di ieri) ma le mega macchine all’esterno dei centri commerciali per il ritiro plastica e vetro mi hanno fatto uscire dal mio letargo creativo.

1 SEK ogni bottiglia di plastica che inserisci. Fantastico.

Non ho capito se la macchina sceglie solo una dimensione delle bottiglie o se vanno bene solo quelle svedesi. Fatto sta che alcune le ha scartate. Ed erano più grandi e danesi o norvegesi. Boh.

E poi ricevuta con l’importo guadagnato oppure la possibilità di devolvere alle casse del comune in cui sei mentre ricicli. Volevo provare a capire come funziona quindi 21 bottiglie di plastica, 21 SEK. Con la ricevuta poi vai in uno dei supermercati all’interno del centro commerciale e puoi scegliere o di farti restituire i soldi oppure puoi comprare qualcosa di quel valore o più, aggiungendo altri soldi.

Lo sapevo che esistevano ma era la prima volta che le vedevo queste macchine. Un po’ ingegnoso il ritiro perché le bottiglie vanno su un nastro e poi inserite in grandi contenitori di raccolta. Ma tu hai fatto del bene al luogo dove vivi, all’ambiente e ci guadagni (o meglio, ti restituiscono una parte di ciò che hai speso per l’acquisto). Ma in ogni caso ci guadagni.

Un nuovo progetto in cui credere. Evviva, quando torno bisogna proprio parlarne con chi di dovere.