Dove mi porta il vento…

E così domani partirò, verso nuovi orizzonti, verso nuove prospettive. Devo ancora preparare zaino e valigia, ma come sempre mi ci metterò 5 minuti di partire. Tanto porto sempre più di quello che serve.
E allora pronti, via.

Dove?

Mi chiedono “Dove vai?” e io rispondo la verità: “vado dove mi porta il vento”. Perché il vento ti spinge in avanti, ti rinfresca le idee, elimina le nuvole e la nebbia.
Come un anno fa, senza mèta, solo un gran desiderio di vedere posti a me sconosciuti e magari mai sentiti nominare.
Lo scorso anno ho fatto esattamente lo stesso, fermandomi dove mi piaceva, dove trovavo una storia interessante, di fronte a paesaggi ricchi di luce. Domani girerò la macchina verso sud e cercherò nomi curiosi sulle mappe e meraviglie della natura. Ho sempre il Molise come sogno nel cassetto, la regione italiana che più esalta la mia ignoranza.

Per poi raccontare tutto qui, ovviamente, qualsiasi avventura.

Consigli?

Se avete consigli da darmi, li inserirò nella lista delle possibilità.
Borghi, boschi, montagne e mare (si, mare, ma in autunno e in inverno mi piace 😉), dove mangiare, dove dormire, quali sentieri…… accetto qualsiasi spunto.
Sapete sicuramente quali sono le motivazioni che più mi incuriosiscono.

E per oggi, tra una lavatrice e l’altra, dopo la spesa, prima di qualche film pauroso, magari ci starà qualche ricetta di zucca.
A presto, allora!
E per il momento buon weekend di Ognissanti! 🎃